Nexus3 s.r.l.

BLOG

Benvenuti nel nostro Blog dove ogni mese parliamo di Marketing, Video e diamo consigli utili per il tuo business

Brand Identity: comunichi correttamente chi sei?

La M gialla del Mc Donald's. La C bianca sullo sfondo rosso della Coca-cola. La K nera della Kinder.
Cosa hanno in comune tutti questi esempi?
La Brand Identity concentrata sul logo.
Prima di ogni descrizione, prima di ogni informazione, ciò che è necessario curare nella propria azienda è l'immagine. 
Per questa ragione è fondamentale riflettere se il proprio logo funzioni adeguatamente
Si sa, il logo rappresenta "l'abito" della propria impresa, ciò che la identifica, che la distingue dalle altre imprese e - soprattutto - ciò che la rende unica e memorabile.
18 Nov 2019

A.S.M.R. e marketing: verso nuove strategie

Avete sentito parlare di ASMR?

Si tratta di un acronimo che sta per “Autonomus Sensory Meridian Response” e non è altro che una delle tecniche di rilassamento che ultimamente sta spopolando in rete. 

Tecniche di rilassamento e marketing. Cosa potranno mai avere in comune?

Eppure alcuni grandi brand, come Ikea, stanno sfruttando questa tecnica per pubblicizzare i loro prodotti puntando quindi sul coinvolgimento non solo esperienziale ma anche sensoriale.
Trattasi dunque di una vera e propria strategia di marketing che mira a focalizzare l’attenzione del consumatore sul prodotto, invogliandolo sempre di più all’acquisto.
Attraverso dei video promozionali, viene mostrato il momento esatto in cui il prodotto viene utilizzato o consumato, in modo tale da sottolineare che tipo di esperienza si può vivere in quel preciso momento soltanto grazie al prodotto. 
18 Ott 2019

Guapo: l'Argentina a Verona

Guapo, il ristorante argentino di Verona, si è rivolto a noi per la realizzazione di un video che potesse illustrare non solo la nuova veste del locale ma anche la qualità dei prodotti e delle materie prime

Propone così, ai vecchi e ai nuovi clienti, le novità riguardo i piatti partendo dal taglio della carne.

Per quanto riguarda il video, non si tratta di un classico video pubblicitario, ma un mezzo per poter far fare ai clienti un viaggio in Argentina grazie a un totale coinvolgimento esperienziale.

La sfida per noi dunque era illustrare in meno di 2 minuti di video la tradizione culinaria argentina ma anche l’innovazione del locale. Così abbiamo lavorato alla stesura dello story, in modo da raccontare al meglio ogni punto del ristorante senza perdere di vista il focus principale che li distingue: la carne e la qualità dei prodotti.
07 Ott 2019

Buyer personas: nella mente del consumatore.

Abbiamo precedentemente trattato di Inbound Marketing , non abbiamo detto però che il protagonista di questa modalità di marketing è il Buyer Persona.

Di che figura si tratta? Che ruolo ha? Come la si può creare?

Procediamo in ordine cercando di capire come dare vita a questa nuova figura nel mondo del marketing.
1. Dargli un nome
2. I dati demografici (sesso, età, città)
3. Carriera lavorativa e vita privata (famiglia)
4. Contatti
5. Obiettivi che vuole raggiungere e sfide che vuole vincere
6. Come l’azienda può aiutarlo

La figura del Buyer Persona nasce in questa nuova era digitale in cui i consumatori sono abituati ad avere tutto e subito, dunque l’azienda deve fare in modo di esserci esattamente nel momento in cui il consumatore ha un bisogno.

Non è tutto, l’azienda deve fornire una soluzione che sia non solo esaustiva, ma anche appagante.
23 Set 2019

Come costruire una campagna di Micro-influencer marketing

Il Micro-influencer marketing è una tecnica di comunicazione in cui gli influencer coinvolgono le proprie community attraverso i social.

E' chiaro ormai che per effettuare un'ottima campagna di influencer marketing, non è importante la quantità di follower quanto più la qualità: meglio dunque meno follower ma partecipi. E' più facile infatti - oltre che più immediato - comunicare con una nicchia, la quale è sempre attiva e partecipe.

Ma come si fa a capire quanto i follower siano effettivamente partecipi?

Attraverso l'engagement rate, che calcola proprio il tasso di coinvolgimento di un pubblico all'interno di un account o di una page.

L’obiettivo principale è far sì che il consumatore si senta vicino al Micro-influencer proprio perché è una persona comune e vicino ai suoi follower, acquisterà così la credibilità e la fiducia del pubblico.

Le 3 caratteristiche principali di un buon Micro-influencer sono:
1. Essere advocate, ovvero utenti particolarmente legati al brand o al prodotto da sponsorizzare perché magari ne sono loro stessi i fruitori;
2. Lo Storytelling aziendale: costruire una storia attorno al prodotto o al brand, nella quale il prodotto è un aiutante o un oggetto di cui non si può fare a meno;
3. Costruire una campagna a lungo termine; in questo modo il consumatore più sente parlare del prodotto più ripone la sua fiducia in esso.
16 Set 2019

Micro Influencer: piccoli numeri, grandi capacità persuasive.

Quando i brand  decidono di adottare strategie di Influencer Marketing e avviare una campagna, solitamente la loro scelta ricade su quattro  gruppi differenti di Influencer: 


1. Macro Influencer- celebrità amate a livello globale appartenenti al mondo della musica, della moda , dello sport o dello spettacolo  con profili da milioni e milioni di follower . Tanto per fare alcuni esempi pensiamo a Chiara Ferragni, Cristiano Ronaldo o Selena Gomez.
Il prezzo base per ogni post promozionale è di 10.000 euro. E’ chiaro dunque che i brand che si servono di questi Influencer di professione sono i grandi colossi .


2. Influencer di medio livello - in questa categoria si collocano gli influencer di professione con profili tra i 100 e i 500 mila followers.


3. Micro Influencer - una categoria composta da piccoli blogger o da content creators che hanno da 10 a 100 mila followers


4. Nano Influencer - fascia di profili con profili dai 1000 ai 10.000 followers e categoria emergente di Influencer.



Ma chi l’ha detto che per raggiungere ottimi risultati in campagne di Influencer Marketing bisogna accaparrarsi un Influencer da milioni di followers?


26 Ago 2019

Guerriglia Marketing: la pubblicità quando e dove non te lo aspetti.

Vuoi lanciare il tuo business o promuovere un prodotto uscendo fuori dalle righe? 
Allora il guerriglia marketing è quello che fa per te. Di cosa di tratta?
 
E' una tecnica pubblicitaria con almeno 5 vantaggi :


1. Colpisce un pubblico ampio 

2. Rende il contenuto virale 

3. Si serve di un budget limitato 

4. E' limitatamente breve 

5 . Alimenta  il passaparola .

19 Ago 2019

Influencers: l'ultima genererazione dei testimonial

Nel pianificare una campagna di comunicazione di successo non può mancare una parte dedicata all'influencer marketing, soprattutto nell'era dei social media.
Per capire meglio di cosa stiamo parlando forniamo la risposta ad alcune domande. 
05 Ago 2019

Come "confezionare" un messaggio e creare valore per il proprio brand.

Per un brand che vuole creare valore è importante comunicare in maniera mirata.
Cosa significa? 
Significa creare contenuti e messaggi personalizzati in base ai gusti,le abitudini e le caratteristiche di tanti micro-target che potrebbero entrare a contatto con il mio brand ed essere convertiti.

Per farlo bisogna elaborare una strategia che si sviluppa intorno a 3 punti fondamentali: 


1.CAPIRE I BISOGNI E TARGETTIZZARE 

2. ELABORARE TESTI E PERCORSI PERSONALIZZATI

3. COMPRENDERE IL DOVE E QUANDO
29 Lug 2019

Quanto ne sai di Instagram? Dall'

Da pochi giorni circola la notizia dell’ “hiding likes “, test che Instagram ha deciso di attuare anche in sette diversi Paesi tra cui l'italia. 
L’intenzione del social più popolare degli ultimi tempi è quella di dare più valore al contenuto del post rispetto al numero di like, non più visibili dagli altri utenti. 

Ancora una volta si parla di qualità dei contenuti ed è proprio questo di cui parliamo oggi. 


Di seguito alcuni consigli utili che possono fare al caso vostro.
22 Lug 2019

Migliorare la web reputation e battere i concorrenti con Facebook.

C'è chi pensa che Facebook sia uno strumento tramontato per le aziende, in realtà rappresenta ancora un'opportunità per ogni tipo di business

Scopriamo insieme perchè. 


La piattaforma social più famosa del web ha elaborato da poco un nuovo algoritmo che permette di dare maggiore visibilità ai contenuti di qualità. 

Quali sono le chiavi del successo?

1.  Ottimizzare la presenza social  e la web reputation 

2. Alimentare il rapporto con i propri clienti e la costumer care
15 Lug 2019

Video aziendali: non semplici video promozionali.

Sai cosa sono i video aziendali emozionali?


Sono l'arma di comunicazione da utilizzare per far innamorare il pubblico della tua storia. Infatti oggi ciò che conta è emozionare gli spettatori attraverso storie autentiche e coinvolgenti.

I video aziendali emozionali offrono più possibilità di “colpire” rispetto ai tradizionali video promozionali.

Per questo costruire un video che fa leva sulle emozioni, veicolando messaggi in grado di attrarre la propria clientela può rivelarsi un ottimo strumento per far crescere il proprio business aziendale!
10 Giu 2019

Visual Storytellig: l'arte di comunicare con le immagini.

Sapete cosa si intende per Storytelling Visual Storytelling?

Lo storytelling è un’arte e un processo attraverso il quale si costruisce in modo strutturato e si organizza la narrazione di un racconto ponendosi un determinato obiettivo e il Visual Storytelling fa questo anche grazie all’utilizzo delle immagini e dei video.
Il Visual Storytelling è molto importante perché consente un’elaborazione del nostro cervello immediata, trattandosi di informazioni visive.
20 Mag 2019

Usa il Web Marketig per espandere il tuo business.

Vi siete mai chiesti cosa sia davvero il Web Marketing?

Il web marketing è un insieme di strategie per far crescere il business di un’azienda sul web.

Quali sono i vantaggi del Web Marketing?
- Individuare i canali sul quale investire tempo e risorse
- Trasformare gli utenti in clienti fidelizzati attraverso campagne create ad hoc
- Monitorare tutti i risultati per ottimizzare le strategie da intraprendere per raggiungere gli obiettivi prefissati.


08 Apr 2019

Prevedere il comportamento dei consumatori: con il Neuromarketing si può.

Avete mai sentito parlare di Neuromarketing

Immaginate di poter analizzare con precisione il comportamento dei vostri clienti, valutare le loro reazioni in fase di utilizzo del vostro prodotto e misurare il grado di interesse che dimostrano. Questo vantaggio può essere dato da una recente disciplina chiamata neuromarketing

Il termine "Neuromarketing” è nato nel 2002 alla Rotterdam School of Management. Applica le conoscenze e le pratiche neuroscientifiche al marketing, con lo scopo di studiare più a fondo i processi irrazionali che avvengono nella mente del consumatore che influiscono sulle decisioni di acquisto e sul coinvolgimento emotivo nei confronti di un brand in modo da impostare strategie di marketing più efficaci.


18 Mar 2019
1 2